PROGETTO BES-T (Bes-Time)

Il progetto BES-T (Bes-Time) nasce per offrire aiuto e supporto specialistici a ragazzi con bisogni educativi speciali (BES), in particolar modo a quelli in possesso di certificazione DSA o ADHD, attraverso la formulazione di Progetti di intervento personalizzati che coinvolgano le dimensioni psicologica, riabilitativa, familiare, scolastica e didattica. Ad ogni utente, dopo una prima fase di triage condotta dai responsabili del progetto, verrà dunque presentato un programma di intervento calibrato sulle specifiche necessità dello stesso e in accordo alle più recenti linee guida nazionali e internazionali sul tema. La strutturazione dei servizi proposti segue un’attenta analisi della domanda condotta sul territorio di Viterbo e provincia, e si pone l’obiettivo di fornire una presa in carico a 360 gradi che possa soddisfare le singole necessità riportate dall’utenza.

DESTINATARI: – bambini e ragazzi della scuola primaria/secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado con BES; in particolar modo con DSA, ADHD, svantaggio socio-culturale; – genitori e/o tutori dei bambini e dei ragazzi BES; – corpo docente dei bambini e ragazzi BES.

OBIETTIVI:

► Obiettivo Generale: il progetto BES-T (BES Time) ha come obiettivo principale la costruzione di uno spazio dedicato allo sviluppo delle competenze di base per lo studio e la vita autonoma dei bambini e dei ragazzi con Bisogni Educativi Speciali. Ci si prefigge inoltre l’obiettivo di creare un clima di collaborazione e reciproco sostegno tra le figure che si occupano del bambino/ragazzo in situazione di difficoltà in modo tale da favorire un sano ed equilibrato sviluppo dello stesso dal punto di vista bio-psico-sociale.

► Obiettivi Specifici: favorire lo sviluppo delle competenze base nell’area degli apprendimenti facendo attenzione ai bisogni, alle competenze e alle difficoltà del singolo individuo.

-incrementare le competenze adattive, di problem solving e decision making del minore preso in carico, facendo leva sui punti di forza e di debolezza dello stesso.

– supportare i genitori nell’accettazione della diagnosi e nella gestione del bambino/ragazzo nel quotidiano. – creare un clima collaborativo e di reciproco supporto con il corpo docenti che si occupa del bambino/ragazzo.

MODELLO TEORICO E METODOLOGIA: La metodologia utilizzata è di tipo integrato e multidisciplinare. Si prevede infatti l’intervento di varie figure specialistiche (psicologi, logopedisti, TNPEE, educatori, tutor specializzati), che interverranno a livello multidimensionale in relazione alle peculiarità del bambino/ragazzo. Si utilizzerà un modello teorico di stampo psico-sociale in cui risulta particolarmente importante lo sviluppo del bambino/ragazzo da un punto di vista non soltanto scolastico e nell’ambito degli apprendimenti ma anche a livello di organizzazione quotidiana autonoma (vedi la gestione del tempo, dello spazio, dei materiali), di benessere individuale, familiare e scolastico. Questi fattori, spesso trascurati nel trattamento BES, risultano essere particolarmente significativi per la buona riuscita dell’intervento riabilitativo e di tutoraggio poiché, se ben monitorati, facilitano l’accettazione di una eventuale diagnosi, una maggiore aderenza al trattamento riabilitativo, una maggiore piacevolezza nell’andare a scuola e una diminuzione del drop-out scolastico.

STRUTTURA DELLA PRESA IN CARICO: Dopo il primo contatto con la struttura, gli psicologi di riferimento provvederanno a fissare un appuntamento per la prima visita, a seguito della quale l’utenza verrà indirizzata in uno dei tre principali canali di intervento: ADHD, DSA e BES generici. A questo punto, in collaborazione con la famiglia, verrà stilato e concordato un progetto di intervento, che preveda l’inserimento nei diversi servizi offerti e descritti in seguito. Al fine di incrementare l’efficacia del percorso, gli operatori pianificheranno incontri con i docenti, fungendo da intermediari tra famiglia e scuola nelle questioni relative alla didattica e alla stesura del PDP (Piano Didattico Personalizzato).

PRIMO COLLOQUIO GRATUITO: colloquio conoscitivo con i genitori del bambino e raccolta delle informazioni utili.

SERVIZI PROPOSTI

– TRIAGE: strutturazione del Progetto di intervento, ed eventuale valutazione psicodiagnostica (attenzione, apprendimenti, cognitivo).

– DOPOSCUOLA SPECIALISTICO: servizio di potenziamento del metodo di studio in relazione alle specifiche difficoltà presentate dall’utente. I ragazzi delle scuole elementari e medie saranno assistiti nel doposcuola da tutor specifici per ciascuna fascia di età e, per gli studenti frequentanti licei, istituti tecnici e professionali, da tutor specifici per le materie di indirizzo (latino, greco, matematica, fisica, chimica, diritto, economia, lingue straniere).

– CONSULENZA GENITORI E DOCENTI: servizio di consulenza rivolto a genitori e docenti dei ragazzi seguiti al doposcuola con l’obiettivo di approfondire la conoscenza teorica sul tema BES, ADHD e DSA e di acquisire competenze nella gestione quotidiana, domestica, scolastica del bambino/ragazzo.